Dedicato alla Mamma Celeste
e a tutte le mamme del mondo.




Medjugorje
in sintesi


I edizione, Roma, 13 Maggio 2010
Festa della Beata Vergine Maria di Fatima


ausilio.altervista.org
Licenza Creative Commons BY-NC-ND

Introduzione  Cenni Storici  Le Apparizioni  I Veggenti  I Gruppi di Preghiera  I Messaggi  Contrastare il maligno  Pregare  Note Utili

Introduzione

In una terra martoriata da guerre e dominazioni ma di salda fede in Dio è avvenuto un evento che ha attirato ed attira ancora oggi milioni di persone; alcuni ragazzi dicono di avere delle visioni.

Non è facile parlare di Dio in un mondo secolarizzato dove la religione è di facciata, alla stregua di partito politico, e dei sedicenti cristiani è attivo meno del 10%.

Invito il lettore ateo o agnostico ad aprire la mente senza forzature ad eventi non spiegabili secondo i dettami della tecnica e della scienza odierna.

Chi scrive è un tecnico rimasto lontano dalla fede per moltissimo tempo, ora ho delle certezze.

Anche coloro che non credono in Dio hanno dentro di se ciò che viene chiamato sentimento, vi chiedo di analizzare le cose con gli occhi del cuore e scoprirete che c'è ben altro oltre l'apparente.

Escludere a priori ciò che non si capisce o non si vede o non si conosce è di fatto una non scelta, perché ogni vera scelta implica un insieme di cose conosciute tra cui scegliere.

E se ciò che si è escluso fosse la verità ?

La scienza ha i suoi limiti e tutti sono concordi in questo; quello che prima era inspiegabile oggi lo si considera banale ed ovvio, quello che attualmente gli scienziati sospettano per via dei riscontri indiretti domani sperano di descriverlo compiutamente e ci studiano sopra facendo a gara a chi arriva per primo per ottenere il Nobel.

Ciò che meraviglia a Medjugorje non è tanto la grande quantità dei segni sovrannaturali pur presenti, quanto piuttosto il gran numero di conversioni ad una fede genuina di persone spesso lontane da Dio e dalla chiesa da molti lustri, oppure intiepiditi dalla routine.

Innumerevoli sono le persone che hanno assistito e testimoniano eventi chiaramente sovrannaturali come guarigioni istantanee di malattie dichiarate inguaribili o visioni non spiegabili razionalmente.

Fatta di persona l'esperienza del soprannaturale non si può più liquidare il tutto marcandolo come fenomeno di isteria collettiva, credulità ingenua o fanatismo. C'è da riflettere.

Non ci si può più nascondere dietro una fede superficiale fatta di "si io in Dio ci credo ma non frequento" oppure "io credo in Dio ma non credo nella chiesa". Non si può più dire: Dio non esiste.

Quello che prima era solo una vaga sensazione, una cosa non misurabile, diventa ad un tratto chiara e visibile, una realtà al di là di ogni dubbio.

Essendo le apparizioni ancora in atto, la Chiesa cattolica non si è ancora pronunciata in modo ufficiale e definitivo ma segue l'evolversi degli eventi con attenzione.

La Chiesa lascia libero il fedele di esercitare la propria fede nei limiti consentiti dalla dottrina cattolica; del resto questa è stata la prassi perlopiù seguita in ogni apparizione del passato.

Ho iniziato la mia conversione proprio qui a Medjugorje, dove venni per la prima volta nel dicembre del 2007, attirato da una intensa sensazione interiore, dopo che ero stato lontano da Dio e dalla chiesa quasi un ventennio.

Il mio cammino di conversione è ancora lungo e difficoltoso ma non mi arrendo, ora ho la certezza che c'è chi mi è vicino; la strada è quella giusta.

Il maligno non sta certo a guardare e non risparmia mezzi umani e non per mettermi in difficoltà.

Il mio desiderio è che il lettore si avvicini a Dio usando la strada privilegiata che è Maria; Lei ci porta da suo Figlio, e Gesù ci conduce al Padre nella comunione dello Spirito Santo.


Cenni Storici

La cristianità era diffusa a Medjugorje già in epoca romana malgrado fino al medioevo non avesse ottenuto in tutta la zona della Bosnia e Erzegovina un grande successo.

Fu con l'avvento dei francescani che la fede cattolica si radicò, soprattutto tra i croati.

In seguito alla conquista dei Turchi la Bosnia fu islamizzata ma sopravvissero zone di cristianità.

A Medjugorje la maggioranza della popolazione è croata di religione cattolica.

Nell'epoca dei comunisti la Jugoslavia subì una grande prova che la religiosità radicata riuscì a superare, malgrado le molte centinaia di vittime tra i consacrati, preti, frati e suore e molte di più tra i credenti.

Nel 1993 una sanguinosa guerra tra croati e bosniaci ha ulteriormente martoriato questa terra.

Adesso vi è pace anche se si sentono ancora le conseguenze del recente conflitto.

Il territorio è di tipo sassoso ma fertile e la popolazione si dedica soprattutto all'agricoltura grazie anche al clima di tipo mediterraneo.


Le Apparizioni

La prima apparizione avvenne sulla collina Crnica, nel luogo chiamato Podbrdo presso Medjugorje il 24 giugno 1981 verso le 18, erano presenti Ivanka Ivankovic, Ivan Ivankovic, Ivan Dragicevic, Milka Pavlovic, Mirjana Dragicevic, e Vicka Ivankovic. Videro una figura femminile che teneva in braccio un bimbo ma spaventati fuggirono. Il giorno dopo Ivan Ivankovic e Milka Pavlovic non ritornarono sul luogo e non ebbero più visioni ma agli altri quattro si unirono Jakov Colo e Marija Pavlovic.

I ragazzi allora avevano tra i 10 ed i 17 anni.

I giorni successivi le apparizioni continuarono con la collina piena di persone. Il parroco Padre Jozo Zovko interrogava i ragazzi sui fatti ed inizialmente era dubbioso ma divenne il più deciso difensore delle visioni avendo lui stesso, come tante altre persone, avuto delle apparizioni.

Segue un lungo periodo di persecuzioni, interrogazioni, pedinamenti e minacce da parte della polizia comunista; padre Jozo viene tenuto in carcere un anno e mezzo; anche il vescovo di allora era contro di loro.

Negli anni successivi sono stati fatti tanti studi psicologici e medici sui veggenti anche durante le estasi con ausilio di strumentazioni scientifiche e si è creata ampia documentazione tecnica con risultati sorprendenti.

Sono passati ventinove anni e le apparizioni continuano; per tutto questo tempo i veggenti sono rimasti coerenti a ciò che dicono e tutto questo li rende testimoni credibili ed attendibili.

Naturalmente il male non sta a guardare e c'è chi cerca di screditarli ma senza risultati degni di nota.


Come avvengono le apparizioni

Le apparizioni non sono legate ad un posto particolare bensì ai veggenti stessi; sono per lo più sotto forma visiva di una giovane donna bellissima, di statura media, dai capelli neri e gli occhi azzurri. Prima della visione ci sono dei lampi di luce e spesso tendono ad avere una cadenza prestabilita sia nel giorno che nell'ora.

Qualche volta la Donna tiene in braccio un bimbo. La Donna prega e parla con i veggenti, lasciando messaggi o descrivendo eventi passati e futuri.

Jelena, Marijana e a volte Mirjana hanno avuto locuzioni interiori, cioè sentono come una voce.


I dieci segreti

Allo stato attuale (maggio 2010) tre dei veggenti hanno avuto dalla Vergine dieci segreti mentre gli altri tre ne conoscono nove.

Di questi messaggi si conosce molto poco; si sa che sono vincolati alla conversione del genere umano e che riguardano l'intera umanità.

I primi due sarebbero un avvertimento che invita alla conversione.

Il terzo viene descritto come un segno permanente lasciato sulla collina della prima apparizione.

Altri sembrano configurarsi come castighi, in particolare la severità del settimo è stata mitigata dalle preghiere; non c'è assolutamente da fare del catastrofismo apocalittico, tutto ciò che viene da Dio è buono e giusto, chi è sinceramente con Dio non ha nulla da temere.

La Vergine assicura che dopo verrà la pace e che tutto questo fa parte del piano salvifico di Dio.

Mirjana ha ricevuto il compito di avvertire un sacerdote (attualmente il francescano padre Petar Ljubicic) dieci giorni prima che si verifichino gli eventi e lui comunicherà al mondo il messaggio tre giorni prima, dopo aver passato sette giorni di preparazione nella preghiera ed il digiuno.

I Veggenti

All'inizio delle apparizioni, il 24 giugno 1981, i veggenti erano solo dei ragazzini, il più piccolo aveva dieci anni, la più grande diciassette; adesso sono tutti padri e madri di famiglia e dividono il loro tempo tra la vita ordinaria e gli impegni con i pellegrini.

Molti di loro fanno congressi a Medjugorje e all'estero per la diffusione dei messaggi mariani.

All'inizio delle apparizioni hanno subito le persecuzioni del regime ed in seguito sono stati sottoposti a tanti esami per verificare lo stato di salute mentale e i parametri medici durante le estasi, su ciò esiste una nutrita relazione scientifica.

Molte altre persone hanno avuto chiare visioni come la scritta MIR, che in croato significa pace, a caratteri cubitali di fuoco sul Krizevac, oppure l'immagine stessa della Vergine, sempre sul Krizevac vicino alla croce.

Altri hanno visto segni sul sole e miracoli ma queste cose non vanno ricercate, ciò che conta è la conversione a Dio del proprio cuore.


Mirjana Dragicevic-Soldo

è nata il 18/3/1965 a Sarajevo e vive a Medjugorje.
Ha avuto apparizioni quotidiane fino a fine 1982, adesso ha apparizioni ogni 2 del mese.
Ha anche un'apparizione all'anno il 18 marzo.
Conosce i dieci segreti ed ha la responsabilità di dirli ad un prete poco prima che si attuino.
Prega per i non credenti.

Jakov Colo

è nato il 6/3/1971 a Sarajevo e vive a Medjugorje.
Ha avuto apparizioni quotidiane fino al 1998, adesso ogni anno per Natale e prega per i malati.

Ivan Dragicevic

è nato il 25/5/1965 a Bijakovici e vive tra gli Stati Uniti e Medjugorje.
Ha apparizioni quotidiane, conosce nove segreti e prega per i ragazzi ed i sacerdoti.

Vicka Ivankovic-Mijatovic

è nata il 3/9/1964 a Bijakovici, vive a Krehin Grac vicino Medjugorje.
Ha apparizioni quotidiane, conosce nove segreti e prega per i malati.


Marija Pavlovic-Lunetti

è nata il 1/4/1965 a Bijakovici e vive a Medjugorje ed in Italia.
Ha apparizioni quotidiane, conosce nove segreti e prega per le anime del Purgatorio.
Riceve i messaggi per la parrocchia e per il mondo, attualmente ogni 25 del mese.

Ivanka Ivankovic-Elez

è nata il 21/6/1966 a Bijakovici e vive a Medjugorje.
Ha avuto apparizioni quotidiane fino al 1985, adesso sono annuali il 25 giugno.
Conosce i dieci segreti e prega per le famiglie.

Milka Pavlovic e Ivan Ivankovic

Hanno avuto solo l'apparizione del 24/6/1981.

Jelena e Marijana Vasilj

Hanno avuto locuzioni interiori, cioè hanno sentito interiormente come una voce, dal 1982 al 1987 ed hanno guidato gruppi di preghiera a cui la Vergine dava consigli.
Su richiesta di Maria si sono formati migliaia di gruppi di preghiera in tutto il mondo.

I Gruppi di Preghiera

Nei messaggi del 28 Maggio e 24 Giugno 1983 a Jelena e Marijana la Vergine chiede la creazione di gruppi di preghiera e da direttive sullo stile di vita che deve tenere ognuno di noi:


28 maggio 1983: "Desidero che qui si formi un gruppo di preghiera composto da persone disposte a seguire Gesù senza riserve.

Possono farvi parte tutti coloro che lo vogliono, ma io lo raccomando soprattutto ai giovani perché sono più liberi da impegni familiari e di lavoro.

Io guiderò il gruppo dando le direttive per una vita santa.

Da queste direttive spirituali altri nel mondo impareranno a consacrarsi a Dio e saranno totalmente consacrati a me, qualunque sia il loro stato."


24 giugno 1983: "Ecco gli impegni fondamentali richiesti a coloro che intendono far parte del gruppo di preghiera.

Rinunciate a tutte le passioni e ai desideri disordinati; evitate la televisione, soprattutto le trasmissioni futili; evitate il godimento smodato di cibi e di bevande, specialmente dell’alcool.

Abbandonatevi totalmente a Dio mettendo da parte ogni paura; non c’è posto per la paura in coloro che si abbandonano a Dio; le difficoltà che comunque si incontreranno serviranno alla crescita spirituale e per la maggior gloria di Dio.

Cominciate ad amare i vostri avversari; non nutrite rancore e amarezza, ma donate solo benedizione, sorriso e serenità; pregate perciò almeno cinque minuti al giorno il Cuore di Gesù ed il mio Cuore: così riceverete l’amore divino con cui potrete amare i nemici.

Digiunate due volte alla settimana.

Radunatevi in gruppo almeno una volta alla settimana.

Consacrate ogni giorno alla preghiera almeno tre ore, di cui almeno mezz’ora al mattino e mezz’ora alla sera; partecipate ogni giorno alla santa messa ricevendo la santa comunione; durante la giornata cercate momenti di raccoglimento nel silenzio; pregate con fervore senza guardare continuamente l’orologio; non preoccupatevi molto delle cose materiali ma affidate tutto al Padre; quando siete troppo preoccupati non potete pregare perché vi manca la serenità interiore; Dio condurrà a buon fine le vostre cose terrene se voi vi sforzerete di aprirvi alle sue; estendete lo spirito di preghiera al lavoro quotidiano, cioè accompagnate il lavoro con la preghiera; coloro che non possono pregare tre ore al giorno perché vanno a scuola o al lavoro, preghino almeno mezz’ora al mattino e mezz’ora alla sera e, se possibile, partecipino all’Eucarestia.

Siate prudenti perché satana tenta in modo particolare tutti coloro che hanno deciso di abbandonarsi a Dio; cercherà di convincervi che pregate e digiunate troppo, che è meglio essere come gli altri giovani che cercano i piaceri di questo mondo; non dovete assolutamente ascoltarlo ma prestate attenzione solo alla mia voce; quando poi la vostra fede sarà consolidata Satana non riuscirà più a sedurvi.

Pregate molto per il Papa, il vostro vescovo e gli altri responsabili della Chiesa: non meno della metà dei vostri sacrifici e preghiere deve essere consacrata a questa intenzione."

Questi consigli valgono per tutti noi, si mediti anche Matteo 6, 24-34.


I Messaggi

Ventinove anni rappresentano un periodo di apparizioni molto lungo; più che di messaggi si dovrebbe parlare di dialogo o meglio di conduzione. La Vergine chiama questo periodo "tempo di grazia" e parla di un "piano di salvezza".

Tutto conduce a rimettere Dio al primo posto ed a occuparsi più della vita eterna che di quella in questa terra tramite una conversione a Dio continua e radicale.

Descriverò qui una sintesi dei temi principali ed alcuni dei messaggi pronunciati; per una visione più esaustiva si invita a comprare un libro con tutti i messaggi o scaricarli gratuitamente dai siti elencati alla fine di questo libretto.


La Pace

La Vergine è venuta a Medjugorje come "Regina della Pace" e la richiesta della pace rappresenta un tema primario dei messaggi; già i primissimi giorni disse: "Pace! Pace! Pace! Riconciliatevi! Riconciliatevi con Dio e tra di voi!" 26/06/81.

L'amore è pace, Dio è pace e dona la pace.

Gesù usava salutare con un "Pace a voi!" (Gv 20:19) e beatifica i pacifici "Beati quelli che si adoperano per la pace, saranno chiamati figli di Dio" (Mt 5:9).


La Fede

Altro tema fondamentale è la fede in Dio, come cita san Pietro "il fine della fede è la salvezza delle anime" (1P 1:9), la Vergine vede quanta poca fede c'è nell'uomo, anche tra quelli che si dicono credenti. Gesù stesso ha detto: "Ma quando il figlio dell'uomo verrà, troverà la fede sulla terra?" (Lc 18:8) e sulla base della fede ha fatto tanti miracoli. La fede sposta le montagne.


La Conversione

Nel messaggio del 25 aprile 1983 ha pronunciato la parola conversione ben sette volte, ed è un tema molto ricorrente negli altri messaggi.

Dio è uscito dai pensieri degli uomini o lo si tratta con superficialità, invece deve essere il centro della nostra esistenza.

Come disse san Pietro "Ravvedetevi e convertitevi, perché i vostri peccati siano cancellati" (At 3:19).

La conversione e diventata urgente.


I cinque sassi

Altri temi ricorrenti nei messaggi hanno preso il nome di "I cinque sassi" in riferimento all'episodio di Davide (noi) contro il Filisteo Golia (satana):

1) Pregare con il cuore

Una preghiera comune a Medjugorje è quella dei "Sette Padre, Ave, Gloria", si recita sette volte il Padre Nostro, l'Ave Maria ed il Gloria Padre.

Le grazie si ottengono soprattutto tramite la preghiera e il Santo Rosario viene spesso citato nei messaggi come arma potente contro satana.

Bisogna trasformare la preghiera da semplice ripetizione di parole a rapporto di comunione con Dio.

2) L'Eucarestia

Nell'ultima cena Gesù ci ha donato se stesso per poterci essere vicino anche fisicamente e la Vergine vuole condurci da Gesù: "Andate spesso a Messa e comunicatevi." 12/81 ma ci esorta a farlo con il cuore, senza distrazioni ed in grazia di Dio.

Ci esorta anche a pregare lo Spirito Santo prima della Messa per prepararci adeguatamente.

"La Messa è la forma più alta di preghiera" 84 poiché rappresenta il sacrificio stesso di Cristo.

3) La Bibbia

La Sacra Scrittura ci permette di conoscere meglio Dio ed il suo amore per noi, questo la Vergine vuole farci capire con la continua esortazione "vi invito a leggere ogni giorno la Bibbia" 10/84.

La Parola di Dio descrive non solo la storia di Israele ma la nostra stessa storia; in particolare i Vangeli devono essere la nostra regola di vita, come dice san Francesco "bisogna passare dal Vangelo alla vita e dalla vita al Vangelo".

Essa è anche profezia, è passato, presente e futuro.

4) Il Digiuno

In questo periodo difficile e votato al consumismo la penitenza rappresenta un'arma potente, "Satana tenta di imporvi il suo potere. Non lo permettete! Rimanete saldi nella fede, digiunate e pregate!" 81

La Vergine ci invita ad un digiuno a pane ed acqua due volte la settimana il mercoledì ed il venerdì.

Ma anche digiunare dalla TV, dai vizi e soprattutto dal peccato, "solo con la preghiera e il digiuno anche le guerre si possono fermare". 24/04/92.

In forza di ciò le nostre paure vengono contrastate, "chi prega non ha paura del futuro e chi digiuna non ha paura del male". 25/06/2000.

5) La Confessione mensile

Già il terzo giorno disse: "Riconciliatevi con Dio e tra di voi! E per fare questo è necessario credere, pregare, digiunare e confessarsi" 26/06/81

Ci invita a confessarci una volta al mese, descrivendola come una medicina.

Con la confessione ci si libera dal male, così la Vergine ci esorta alla santità.

Medjugorje viene anche chiamata "Il confessionale del mondo"; le confessioni vengono svolte in decine di lingue e spesso le file sono lunghissime.

Per una buona confessione bisogna fare un buon esame di coscienza, avere dolore dei propri peccati ed il proposito di non commetterli più, confessare i propri peccati ed eseguire la penitenza avuta.

I dieci comandamenti, le opere di misericordia, i precetti della chiesa, i vizi capitali ed i peccati contro la carità sono una traccia da seguire per l'esame di coscienza ma vanno meditati e generalizzati ai casi affini, tutto poi si riduce ai comandamenti dati da Gesù: "amerai il Signore Dio tuo, con tutto il cuore, con tutta la tua l’anima e con tutta la tua mente e amerai il prossimo tuo come te stesso".


Esame di coscienza

Bisogna domandare a Dio la grazia di conoscere ed odiare i propri peccati e pensare a tutte le mancanze compiute con pensieri, parole, opere ed omissioni. In particolare rimembrare le mancanze contro Dio, nel nominarlo, nel non pregare, nella mancanza devota alla Santa Messa, nel rispetto del tabernacolo e dell'eucarestia, nell'avere degli idoli che fanno passare di fatto Dio in secondo piano. Nel seguire le superstizioni e le magie.

Nel rispettare ed aiutare il prossimo, non danneggiandolo con parole, azioni od omissioni.


I sacerdoti e la chiesa

I sacerdoti stanno molto a cuore alla Vergine la quale ci invita a pregare e fare sacrifici frequenti per loro. Tramite i sacerdoti vengono distribuite molte grazie durante la Messa e la Confessione ma anche con le tante altre attività da essi svolte.

Spesso additiamo gli altri come scusa per non andare a Messa o per giustificare il nostro assenteismo nei confronti dei bisogni spirituali e materiali del prossimo. È ora che puntiamo il dito contro noi stessi e ci chiediamo cosa facciamo e non facciamo noi per Dio e per il prossimo.

Tutti i peccati tolgono la pace e la libertà, ma, essendo una schiavitù, non ci si può liberare da soli, bisogna farsi aiutare.

Ricordatevi che satana vuole togliere la gioia sostituendola con una finta felicità temporanea e che bisogna sempre benedire, mai maledire, anche il proprio passato fatto di sofferenza ed ingiustizia.

Dio è amore, non bisogna aver paura, "tutto concorre al bene di coloro che amano Dio" (Rm 8:28) poiché ognuno di noi è importante per Dio.


Alcuni messaggi

Segue una piccola selezione di messaggi ma vi invito a procurarveli tutti e leggerne alcuni al giorno facendo un confronto con il Vangelo.

È il modo con cui la Vergine ci vuole guidare.


Queste mie apparizioni sono le ultime nel mondo. 21/12/81.

Cari figli, oggi vi invito tutti a pregare per la pace e a testimoniarla nelle vostre famiglie affinché la pace diventi il più grande tesoro su questa terra senza pace. Io sono la vostra Regina della Pace e la vostra madre. 25/04/2009.

Pregate il rosario ogni giorno! Pregate insieme! 13/08/81.


Rimanete saldi nella fede, digiunate e pregate! Io sarò sempre accanto a voi, ad ogni vostro passo. 16/10/81.

Se volete essere felici, fatevi una vita semplice ed umile. Pregate molto e non vi preoccupate troppo dei vostri problemi: lasciateli risolvere a Dio e abbandonatevi a Lui! 04/01/82.


Tutti i segreti che ho confidato si realizzeranno e anche il segno visibile si manifesterà. Ma non aspettate questo segno per soddisfare la vostra curiosità. Questo, prima del segno visibile, è un tempo di grazia per i credenti. Perciò convertitevi e approfondite la vostra fede! Quando verrà il segno visibile, per molti sarà già troppo tardi. 23/12/82.

Cari figli, desidero in particolare invitarvi ... ad essere perseveranti nelle prove. Considerate quanto l'Onnipotente ancor oggi soffre a causa dei vostri peccati. Per questo quando avrete delle sofferenze, offritele in sacrifico a Dio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. 29/03/84.


Il peccato del mondo è quello di non interessarsi a Dio. L’uomo è capace di conoscere l’esistenza di Dio. Tutti sono chiamati a cercare Dio e a realizzare ciò che lui vuole. 25/02/84.


Bisogna annunciare al mondo la realtà, cioè la serietà degli eventi futuri. Però non bisogna togliere la speranza perché Dio ha un suo programma e ciò che realmente conta per la gente è la conversione e la vita di fede. 13/09/83.


Cominciate a invocare ogni giorno lo Spirito Santo. La cosa più importante è pregare lo Spirito Santo. Quando lo Spirito Santo discende su di voi, allora tutto si trasforma e vi diventa chiaro. 25/11/83.

La cosa più importante per voi è proprio implorare che discenda lo Spirito Santo perché se avete il dono dello Spirito Santo avete tutto. 29/12/83.


Cari figli, oggi vi invito a leggere ogni giorno la Bibbia nelle vostre case: collocatela in un luogo ben visibile, in modo che sempre vi stimoli a leggerla e a pregare. Grazie per aver risposto alla mia chiamata! 18/10/84.

Contrastare il maligno

Il demonio cerca di mettere in cattiva luce la morte e risurrezione salvifica di Cristo.

Anche la chiesa, essendo da Gesù istituita, viene fortemente contrastata; mai come adesso subisce attacchi da ogni dove; ma sappiamo da Gesù stesso che le porte degli inferi non prevarranno su di essa.

Il maligno tiene la gente lontana dalle chiese per portala più facilmente a se; i sacramenti sono fondamentali per contrastare il male.

Occultarsi è una delle armi più efficace dei demoni; essi vogliono indurci a credere che non esistono. Persino molti cosiddetti religiosi non credono fermamente agli angeli ed ai demoni dando così di fatto del bugiardo a Gesù stesso.

L'esorcismo è rilegato a pratica fuori moda, ma Gesù esorcizzava continuamente e ha dato il comando di esorcizzare; oggi invece maghi e fattucchieri incassano milioni e dannano anime.

Il mondo di oggi è pieno di falsi profeti che cercano di sviare con dottrine non vere portando a tante idolatrie, non ultima quella di deificare se stessi in un mondo dove l'individualismo è legge. Tutto ormai è lecito, anche uccidere, costruendoci sopra una morale ad hoc come meglio torna comodo.

Tutto è all'insegna del relativismo: la giustizia, la morale e persino la verità. Si vede la pagliuzza nell'occhio altrui ma non la trave nel proprio.

Ed ecco che diffamare diventa strada privilegiata per lucifero di creare propri servi.

Tutto diventa motivo di guerra, dalle cose più banali a quelle più complesse, in tutto si vomita la propria malizia diventando giudici e carnefici.

Dio vuole la pace, la Vergine ci chiama alla pace.

Dio vuole la misericordia, Maria invita al perdono.

Dio vuole amore fraterno, la Vergine ci invita alla carità cristiana, che non è la semplice elemosina, è amare tutti persino chi ci fa del male, ed in questo Gesù è stato molto chiaro (Lc 6:27).

Dominare, controllare, istigare sono azioni molto usate ed applicate dal demonio e da chi lo sceglie; l'amore è invece libertà vera e servizio agli altri.

La sensualità è l'altro cavallo di battaglia del male, la TV la rende "normale" ed un cattivo uso di internet contribuisce pesantemente. Separazioni, divorzi, convivenze, amanti, moda del lascia una e prendi un'altra, stanno facendo strage di famiglie.

L'attaccamento al denaro ed ai beni materiali è un'altra via privilegiata per l'inferno; l'idolatria del possesso è oggi la religione più comune, bisogna avere tutto e subito e con ogni mezzo, è una fame che non si sazia mai, tutto diventa lecito.

Di questi trucchi del demonio siamo tutti più o meno succubi, fare un cammino spirituale significa abbandonare la strada vecchia (e sbagliata) per intraprendere la via della salvezza; la conversione è un processo continuo.

Come fa Gesù nel Vangelo anche la Vergine parla spesso di satana, bisogna prendere coscienza che esiste ed agisce realmente per poterlo combattere con le armi della fede e della preghiera:

"Satana tenta di imporvi il suo potere. Non lo permettete! Rimanete saldi nella fede, digiunate e pregate! Io sarò sempre accanto a voi, ad ogni vostro passo." 16/11/81.

"... Questo secolo in cui vivete è sotto il potere di Satana ..." 14/04/82.

"Cari figli, oggi vi invito ad entrare in lotta contro satana per mezzo della preghiera ..." 08/08/85.

"Cari figli, satana è forte, e aspetta ciascuno di voi per provarlo. Pregate! Così non potrà nuocerci, né ostacolarvi sulla via della santità."87


I dieci comandamenti

Io sono il Signore Dio tuo: 1-Non avrai altro Dio fuori di Me. 2-Non nominare il Nome di Dio invano. 3-Ricordati di santificare le feste. 4-Onora il padre e la madre. 5-Non uccidere. 6-Non commettere atti impuri. 7-Non rubare. 8-Non dire falsa testimonianza. 9-Non desiderare la donna d’altri. 10-Non desiderare la roba d’altri.

Le sette opere di misericordia spirituale

1-Consigliare i dubbiosi. 2-Insegnare agli ignoranti. 3-Ammonire i peccatori. 4-Consolare gli afflitti. 5-Perdonare le offese ricevute.
6-Sopportare con pazienza le persone moleste.
7-Pregare per i vivi e suffragare i defunti.

Le sette opere di misericordia corporale

1-Dar da mangiare agli affamati. 2-Dar da bere agli assetati. 3-Vestire gli ignudi. 4-Alloggiare i pellegrini. 5-Visitare gli infermi. 6-Visitare i carcerati. 7-Seppellire i morti.

I sette vizi capitali

1-Superbia. 2-Avarizia. 3-Lussuria. 4-Ira. 5-Gola. 6-Invidia. 7-Accidia.


I sei peccati contro lo Spirito Santo
1-Disperare della salvezza eterna. 2-Presumere di salvarsi senza merito. 3-Impugnare la verità conosciuta. 4-Invidia della grazia altrui.
5-Ostinazione nei peccati. 6-Impenitenza finale.

Le beatitudini evangeliche

1-Beati i poveri in spirito perché di essi e il Regno dei Cieli. 2-Beati i miti perché possederanno la terra. 3-Beati coloro che piangono perché saranno consolati. 4-Beati coloro che hanno fame e sete di
giustizia perché saranno saziati. 5-Beati i misericordiosi perché otterranno misericordia.
6-Beati i puri di cuore perché vedranno Dio.
7-Beati gli operatori di pace perché saranno chiamati figli di Dio. 8-Beati i perseguitati a causa della giustizia perché di essi e il Regno dei Cieli.

I cinque precetti generali della chiesa

1-Partecipare alla Santa Messa le domeniche e le feste comandate. 2-Mortificazione, astinenza e digiuno nei giorni prescritti. 3-Confessarsi almeno una volta all’anno e comunicarsi almeno nel periodo pasquale. 4-Soccorrere alle necessita della Chiesa. 5-Non celebrare nozze nei tempi proibiti.


Peregrinare

Tutti siamo pellegrini in questa valle di lacrime ma andare in pellegrinaggio in posti dove vi è una grazia particolare è di grande aiuto alla propria conversione e crescita spirituale. Si parte con il presupposto di dedicare quel tempo interamente a Dio per chi lo ha già incontrato, ed alla Sua ricerca per chi non sente di averlo ancora trovato. In realtà è Dio che trova noi, dobbiamo solo dire il nostro "eccomi" come fece Maria.

Chi decide per un pellegrinaggio deve mettersi nella condizione spirituale di apertura alla grazia di Dio, con semplicità e senza pregiudizi.

Anche se a Medjugorje, come in altri luoghi, i segni abbondano, non bisogna andare con l'ottica di vedere l'evento stupefacente o si rischia di rimanere delusi con gran danno per la propria anima. Ciò che va ricercata è la comunione con Dio, la propria conversione a Lui, allora sì che il miracolo accadrà e proprio dentro di noi.

Al ritorno dal pellegrinaggio bisogna conservare lo spirito di preghiera ed incamminarsi in una conversione continua, tutti i giorni e tutte le notti, con una progressiva crescita spirituale basata sul Vangelo di cui i messaggi mariani sono portavoce.

Bisogna "vivere i messaggi".

Sappiate che dal momento che vi deciderete per il Paradiso satana non vi darà più tregua, non vuole che la vostra anima si salvi.

La via di chi sceglie Dio è fatta di persecuzioni e sofferenze, è la via angusta citata da Gesù, ma è anche l'unica via; la salvezza passa per la croce.

Del resto meglio delle sofferenze limitate per il limitato periodo di questa vita che le sofferenze eterne dell'inferno.

Chi non può andare in pellegrinaggio non si angusti, Dio è ovunque e ci si può creare il proprio angolo di deserto anche in casa propria o in posti vicino casa; la cosa fondamentale è cercare continuamente il contatto con Lui usando il cuore.

La Vergine ci invita a guardare la vera meta della nostra vita:

"... Non dimenticate che siete pellegrini sulla strada verso l’eternità. Perciò, figlioli, permettete che Dio vi guidi come un pastore guida il suo gregge. ..." 25/11/06.

"Non dimenticate che siete pellegrini su questa terra e che le cose vi possono dare piccole gioie, mentre attraverso mio Figlio vi è donata la vita eterna." 25/12/07.


Pregare

Una delle principali cose che chiede la Madre Celeste è la preghiera. Pregare significa comunicare con Dio e quindi stare insieme a Lui.

Nella preghiera è di fondamentale importanza il cuore, con esso bisogna pregare più che con le labbra, non serve necessariamente mandare a memoria tante preghiere, bisogna abituarsi al colloquio spontaneo con Dio, con piccole, frequenti giaculatorie e con familiari dialoghi.

La preghiera per eccellenza è il Padre Nostro, insegnataci da Gesù stesso; e proprio Lui ci garantisce la grande efficacia della perseveranza, bisogna pregare incessantemente. Fondamentale è la recita del Rosario perché ci permette di meditare sulla vita di Gesù.

Il Credo è la preghiera preferita dalla Vergine.

Tra le preghiere principali della chiesa c'è inoltre l'Ufficio delle Ore, il quale unisce tutti i giorni milioni di Cristiani nel mondo. Anche l'Angelus, recitato tre volte al giorno, rappresenta un sano e piacevole colloquio. La preghiera è anche carità verso se stessi e verso il prossimo.


Inno alla Carità (1 Cor 13)

Se parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità, sarei come un bronzo che rimbomba o un cembalo che strepita.
E se avessi il dono della profezia e conoscessi tutti i misteri e avessi tutta la conoscenza, se possedessi tanta fede da trasportare le montagne, ma non avessi la carità, non sarei nulla.
E se anche dessi in cibo tutti i miei beni e consegnassi il mio corpo per averne vanto, ma non avessi la carità, a nulla mi servirebbe.
La carità è magnanima, benevola è la carità; non è invidiosa, non si vanta, non si gonfia d'orgoglio, non manca di rispetto, non cerca il proprio interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell’ingiustizia ma si rallegra della verità. Tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta.
La carità non avrà mai fine. Le profezie scompariranno, il dono delle lingue cesserà e la conoscenza svanirà. Infatti, in modo imperfetto noi conosciamo e in modo imperfetto profetizziamo. Ma quando verrà ciò che è perfetto, quello che è imperfetto scomparirà.
Quand’ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino. Divenuto uomo, ho eliminato ciò che era da bambino.
Adesso noi vediamo in modo confuso, come in uno specchio; allora invece vedremo faccia a faccia. Adesso conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente, come anch’io sono conosciuto.
Ora dunque rimangono queste tre cose: la fede, la speranza e la carità; ma la più grande di tutte è la carità!

Credo

Io credo in Dio, Padre onnipotente, Creatore del cielo e della terra.
E in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, mori e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscito da morte; sali al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente: di la verrà a giudicare i vivi e i morti.
Credo nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica,la comunione dei santi,la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen.


Padre nostro
Padre nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il Tuo nome,
venga il Tuo regno,
sia fatta la Tua volontà,
come in cielo cosi in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male. Amen.

Ave Maria

Ave Maria, piena di grazia,
il Signore e con Te.
Tu sei benedetta fra le donne
e benedetto e il frutto del Tuo seno, Gesù.
Santa Maria, Madre di Dio,
prega per noi peccatori,
adesso e nell'ora della nostra morte. Amen.

Gloria al Padre

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo,
come era nel principio, e ora e sempre,
nei secoli dei secoli. Amen.

Salve Regina

Salve Regina, madre di misericordia,
vita, dolcezza e speranza nostra, salve.
A te ricorriamo, esuli figli di Eva;
a te sospiriamo gementi e piangenti in questa valle di lacrime.
Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi.
E mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno.
O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

Giaculatorie

- O mio caro Gesù, misericordia ed aiuto pro virtù
- Signore, mia speranza, dammi forza e perseveranza
- Soffro e offro
- Santissima Trinità, abbi di me pietà
- Santissimo Signore, pietà di me peccatore
- Caro Gesù, aiutami tu
- Lode e gloria a Te, o Signore mio Re
- Perdonami Signore quando ti offendo, di ogni peccato io mi pento
- Santissima Trinità, sei fonte di ogni bontà
- Beatissima Maria, intercedi per l'anima mia

Angelus

(G) L'Angelo del Signore portò l'annuncio a Maria.
(T) Ed Ella concepì per opera dello Spirito Santo.
(G+T) Ave Maria ...
(G) Eccomi, sono la serva del Signore.
(T) Si compia in me la tua parola.
(G+T) Ave Maria ...
(G) E il Verbo si fece Carne.
(T) E venne ad abitare in mezzo a noi.
(G+T) Ave Maria ...
(G) Prega per noi Santa Madre di Dio.
(T) perché siamo resi degni delle promesse di Cristo.

(G) Preghiamo:
(G) Infondi nel nostro spirito la Tua grazia, o Padre; Tu che nell'annuncio dell'Angelo ci hai rivelato l'incarnazione del Tuo figlio, per la Sua Passione e la Sua Croce guidaci alla gloria della resurrezione. Per Cristo nostro Signore.
(T) Amen.

(G+T) Gloria al Padre ...

Litanie Lauretane

Signore, pietà.
Cristo, pietà.
Signore, pietà.
Santa Maria,
Santa Madre di Dio,
Santa Vergine delle vergini,
Madre di Cristo,
Madre della Chiesa,
Madre della divina grazia,
Madre purissima,
Madre castissima,
Madre sempre vergine,
Madre immacolata,
Madre degna d'amore,
Madre ammirabile,
Madre del buon consiglio,
Madre del Creatore,
Madre del Salvatore,
Vergine prudente,
Vergine degna di onore,
Vergine degna di lode,
Vergine potente,
Vergine clemente,
Vergine fedele,
Specchio di perfezione,
Sede della sapienza,
Fonte della nostra gioia,
Tempio dello Spirito Santo,
Tabernacolo dell'eterna gloria,
Dimora consacrata a Dio,
Rosa mistica,
Torre della santa città di Davide,
Fortezza inespugnabile,
Santuario della divina presenza,
Arca dell'alleanza,
Porta del cielo,
Stella del mattino,
Salute degli infermi,
Rifugio dei peccatori,
Consolatrice degli afflitti,
Aiuto dei cristiani,
Regina degli Angeli,
Regina dei Patriarchi,
Regina dei Profeti,
Regina degli Apostoli,
Regina dei Martiri,
Regina dei Confessori della fede,
Regina delle Vergini,
Regina di tutti i Santi,
Regina concepita senza peccato,
Regina assunta in cielo,
Regina del Santo Rosario,
Regina della pace,
Signore, pietà.
Cristo, pietà.
Signore, pietà.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.
prega per noi.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
perdonaci o Signore.
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
ascoltaci o Signore.
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,
abbi pietà di noi.
Prega per noi Santa Madre di Dio,
affinché siamo resi degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo:

O Dio, il tuo unico Figlio Gesù Cristo ci ha procurato i beni della salvezza eterna con la sua vita, morte e risurrezione; a noi che con il Santo Rosario della Beata Vergine Maria, abbiamo meditato questi misteri, concedi di imitare ciò che essi contengono e di raggiungere ciò che essi promettono. Per Cristo nostro Signore.

Amen.

Il Santo Rosario

Come recitarlo

Il rosario è un'arma potente contro il male, si può recitare sia da soli sia in gruppo, in questo ultimo caso c'è un fedele (G) che guida ed un'assemblea (T) che risponde; da soli si prega entrambe le parti.

Potete associare a questa preghiera le vostre intenzioni.

Per ogni gruppo di Padre Nostro e dieci Ave Maria si contempla un mistero della vita di Gesù; si recitano così cinque misteri descritti più avanti.


All'inizio ci si fa il segno della Croce dicendo:

(G) O Dio, vieni a salvarci.

(T) Signore, vieni presto in nostro aiuto.

Oppure ci si fa il segno della Croce:

(G) "Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo."

(T) "Amen."

Si possono aggiungere:

(G+T) Credo, Padre Nostro, tre Ave Maria.

Si continua con:

(G) Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

(T) Come era nel principio e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

Per i cinque misteri si:

(G) Recita un Padre Nostro fino a "... in terra".

(T) Completa il Padre Nostro.

(G) Recita un Ave Maria fino a "... Gesù".

(T) Completa l' Ave Maria.

Dopo dieci Ave Maria si dice insieme il Gloria Padre seguito dalla preghiera:

Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno e porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della Tua Misericordia.”

Si possono aggiungere delle preghiere del tipo:

"Maria Regina della Pace, prega per noi" e "L'eterno riposo dona loro, o Signore, splenda ad essi la luce perpetua, riposino in pace. Amen."

Si continua per tutti e cinque i misteri e alla fine si dice il "Salve Regina".

Dopo si possono dire un "Padre Nostro", "Ave Maria" e "Gloria Padre" per le intenzioni del sommo Pontefice e/o le Litanie.


Misteri del Santo Rosario

Misteri della Gioia (Lunedì e Sabato)

1) L'Arcangelo Gabriele annuncia a Maria che concepirà il Salvatore ed ottiene il suo sì.

2) La Beata Vergine fa visita alla cugina Elisabetta incinta di Giovanni Battista.

3) Gesù nasce in una stalla a Betlemme, la città del pane; angeli, pastori e re magi lo adorano.

4) Il Redentore viene presentato al Tempio, Simeone profetizza su di Lui e su i dolori di Maria.

5) Gesù viene ritrovato dopo tre giorni nel Tempio ad occuparsi delle cose del Padre.

Misteri del Dolore (Martedì e Venerdì)

1) Gesù nell'orto degli ulivi soffre per i nostri peccati e la nostra ingratitudine.

2) Il Redentore viene flagellato alla colonna.

3) Il Re dell'universo viene incoronato di spine ed umiliato.

4) Gesù, carico della Croce, sale il Calvario offeso e maltrattato.

5) Gesù muore in Croce per salvarci dai nostri stessi peccati.

Misteri della Gloria (Mercoledì e Domenica)

1) Tre giorni dopo la morte, Gesù risorge ed appare a molti.

2) Gesù ascende al Cielo e siede alla destra del Padre.

3) Lo Spirito Santo scende su Maria e gli Apostoli riuniti nel cenacolo.

4) La Beata Vergine viene assunta in cielo anima e corpo.

5) Maria viene incoronata Regina del Cielo e della Terra.

Misteri della Luce (Giovedì)

1) Gesù viene battezzato nel Giordano da Giovanni Battista, Dio Padre si compiace di lui e lo Spirito Santo scende sotto forma di colomba.

2) Alle nozze di Cana, su richiesta di sua Madre, Gesù tramuta l'acqua in vino.

3) Gesù percorre la Terra Santa annunciando il Regno di Dio e compiendo segni.

4) Gesù si trasfigura sul monte Tabor e parla con Mosè ed Elia sul suo esodo pasquale, erano presenti Pietro, Giacomo e Giovanni.

5) Nell'ultima cena Gesù si offre come pane e vino per darci la vita eterna.


Via Crucis

Gesù ci ha detto: "Se qualcuno vuol venire dietro a me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua" (Mt 16, 24)

È di grande aiuto meditare le tappe del calvario. Sforzandoci di capire la Croce di Cristo capiamo meglio anche le nostre croci e troviamo la forza per portarle così come Maria a portato le sue.

Bisogna ricordare che è per grazia gratuita che riceviamo la salvezza per mezzo di Cristo.

(G+T) Recitare il Credo.

Per ogni tappa:

(G) Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo.
(T) Perché con la Tua santa Croce hai redento il mondo.
(G) Riflessione sulla tappa (vedi oltre).
(G+T) Padre Nostro, Ave Maria, Gloria Padre.
(G+T)
Santa Madre, dé, Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

Tappe della Via Crucis


1): Gesù viene condannato.
Perdonaci Signore per le volte in cui ti condanniamo nuovamente nel nostro prossimo, concedici la grazia di essere misericordiosi.

2): Gesù viene caricato della Croce.
Misericordia caro Gesù per la nostra incapacità di portare la croce, sostenici con le tue grazie.

3): Gesù cade per la prima volta.
Sollevaci Signore le tante volte che cadiamo e non abbiamo la forza di rialzarci.

4): Gesù incontra la Madre.
Grazie Madre beata per aver sofferto insieme a Gesù, ottenici da tuo Figlio le grazie della forza e della perseveranza.

5): Simone il cireneo viene costretto ad aiutare Gesù.
Concedici Santo Signore di essere odierni cirenei offrendoti le nostre croci e sii nostro cireneo le volte che le croci ci sovrastano.

6): La Veronica asciuga il volto di Gesù.
Così come la Veronica, dacci Gesù la determinazione nell'andare incontro a coloro che portano pesanti croci.

7): Gesù cade per la seconda volta.
Madre umile ogni volta che ci vedi cadere di nuovo ottenici la grazia di crescere in pazienza, proteggici dall'inquietudine e dallo scoraggiamento.

8): Gesù incontra le pie donne.
Nostro Maestro facci comprendere le realtà del male e della sofferenza, affinché non banalizziamo tutto con l'indifferenza della normalità.

9): Gesù cade per la terza volta.
Il peso delle nostre debolezze ci porta a cadere spesso, ma la grazia della tua misericordia ci sollevi altrettante volte.

10): Gesù viene spogliato delle vesti.
Spogliaci Signore da tutte le cose a te sgradite e vestici di fede, speranza e carità. Dissetaci nelle fonti della mitezza ed umiltà.

11): Gesù viene inchiodato alla Croce.
Perdonaci signore perché ogni nostro peccato è un nuovo colpo di martello su quei chiodi. Inchioda i nostri pensieri sulla tua croce, sì da non dimenticare il prezzo della nostra salvezza.

12): Gesù muore per noi.
Grazie Gesù per la tua passione, grazie per la tua misericordia, grazie per la tua obbedienza al Padre, grazie per tutte le volte che ci aiuti a portare le nostre croci.

13): Gesù viene deposto dalla Croce.
Quante volte noi pensiamo "Dio e morto" ed invece tu ci sproni ad uscire dalla nostra morte. Fa che in noi muoia il peccato.

14): Gesù viene posto nel sepolcro.
Fosti sepolto come semenza che porta abbondante frutto, fai crescere in noi le tue virtù, soprattutto l'umiltà e la mitezza.

15): Il Redentore risorge da morte.
Per la tua misericordia facci risorgere a vita eterna, nella pace, gioia e serenità.

Note Utili

La prima volta si suggerisce di andare in pellegrinaggio con un gruppo di preghiera della vostra città, vedi più avanti "Collegamenti Internet".

Gli alberghi di Medjugorje sono per lo più a conduzione familiare ed essenziali, del resto ci si va in pellegrinaggio. Sono forniti di asciugamani ma non di asciuga capelli. La tensione è a 220V, portate un adattatore Shuko (quello rotondo).

I prezzi medi dei beni di consumo e dei servizi sono decisamente più bassi che in Italia.

Una cosa che non manca a Medjugorje e la tranquillità anche se poi ognuno fa un'esperienza diversa in funzione delle circostanze e del proprio stato d'animo.

Dietro la chiesa parrocchiale, dedicata a san Giacomo il maggiore, si trova un edificio chiamato Capannone Giallo dove si celebrano le messe in italiano ed altre lingue, un altare all'aperto con migliaia di posti a sedere dove si svolge l'adorazione eucaristica serale e la messa estiva, il pronto soccorso, un grande parcheggio, una passeggiata con i misteri del rosario con in fondo una scultura bronzea del Cristo Risorto e poco oltre il cimitero che ospita padre Slavko Barbaric.

Nel lato sinistro della chiesa troviamo l'ufficio parrocchiale, l'ufficio informazioni, l'ufficio postale, una cappellina per l'adorazione perpetua, una schiera di confessionali, e a destra un luogo riservato alla preghiera con una croce di legno ed un punto di ristoro coperto con vicino i bagni.

Il Podbrdo e il Krizevac sono impegnativi ma vicino alla salita per il Podbrdo si trova un posto di raccoglimento chiamato la Croce Azzurra, molto più facile se pur non semplicissimo.

È possibile far visita ad alcune delle tante comunità sorte; ve ne sono di preghiera, di sostegno agli orfani della guerra o ai tossico dipendenti. Molte agiscono anche in varie località italiane ed estere.

A pochi chilometri da Medjugorje si possono visitare Siroki Brijeg dove padre Jozo Kovko ha un orfanotrofio e Tihalijna dove c'è la statua della Vergine divenuta simbolo di Medjugorje.

Tra i posti naturalistici risalta una cascata con un laghetto dove è possibile fare il bagno.


Cose da portare

- Bibbia compatta o almeno il Vangelo
- Blocco notes, penna e questo libricino
- Scarpe adatte a terreni sassosi ed accidentati
- Lampadina tascabile
- Contante in euro di piccolo taglio
- Radiolina FM con auricolari sui 99,7 MHz per la traduzione delle funzioni
- Medicinali di cui si ha bisogno

Documenti personali

Carta d'identità valida per l'espatrio per gli europei o passaporto con la marca da bollo valida.

Anche i minori di 15 anni devono avere il proprio documento.

Tutti i documenti devo essere in perfetto stato.

Le persone non appartenenti alla comunità Europea hanno bisogno dei visti.


Prefissi telefonici

Dall'Italia per chiamare in Croazia 00385
Dall'Italia alla Bosnia-Erzegovina 00387
Dalla Croazia e Bosnia-Erzegovina in Italia 0039


Collegamenti Internet

Informazioni:

ausilio.altervista.org
www.medjugorje.hr
www.medjugorje-oggi.org
www.radiomaria.org
www.santuarioloreto.it

Gruppi di preghiera e pellegrinaggi:

Torino: www.medjugorje.it
Genova: www.medjugorjegenova.it
Cerca altre città su: medjugorje.altervista.org
oppure su: infodamedjugorje.altervista.org
oppure su: www.madonnamedjugorje.com

Comunità:

www.oasispacis.org
www.mothersvillage.org
www.comunitacenacolo.it
www.nuoviorizzonti-onlus.com

In conformità ai decreti di Urbano VIII, alle direttive del Concilio Vaticano II, alla dichiarazione di Zara e della Congregazione per la Dottrina della Fede l'autore non intende in alcun modo prevenire il giudizio sull'autenticità dei fatti.
Tale giudizio compete alla Chiesa a cui l'autore si sottomette pienamente.
Le parole "apparizioni, miracoli, messaggi" e simili hanno qui semplice valore di testimonianza umana.

Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date.(Matteo 10,8)

L'autore concede che questo libricino possa essere stampato senza modifiche e distribuito gratuitamente o al solo costo di stampa. Consentita anche la distribuzione gratuita in forma elettronica ed Internet.

Scaricalo gratis dal sito ausilio.altervista.org

Se non pensi di andare a Medjugorje o ci sei già stato regalalo ad una persona che potrebbe averne bisogno, Dio ti benedica.


Per questo libricino ringrazio il Signore, la Mamma Celeste e quanti altri mi hanno aiutato a crearlo.


Licenza Creative Commons BY-NC-ND


Indice

Introduzione
Cenni Storici
Le Apparizioni
I Veggenti
I Gruppi di Preghiera
I Messaggi
Contrastare il maligno
Pregare
Note Utili


Pace e bene
Pagina principale
Contattarmi via e-mail

Eccetto dove altrimenti specificato, il contenuto di questo sito (http://ausilio.altervista.org) e rilasciato sotto
 CC-BY-NC-ND Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia